Nido d'Infanzia "Merlino" Medesano

IL SERVIZIO E LE SUE FINALITA’

Il nido d'infanzia "Merlino" ha sede in:

 Medesano - Via Salvetat 5 (a fianco delle Scuole Medie) - telefono 0525/421695

Può accogliere n. 54 bambini da 6 mesi a 3 anni di età, suddivisi in più sezioni, ognuna affidata ad un educatore, che ha frequentato appositi corsi di formazione, sotto il coordinamento di personale pedagogico.  Lo scopo è quello di fornire un servizio di supporto alle famiglie di Medesano nel proprio ambito territoriale, basandosi sulla sua grande esperienza maturata negli ultimi anni nel comune di Parma. I punti fondamentali di questo progetto educativo sono laVALORIZZAZIONE DELLA SOGGETTIVITA’  (ogni bambino è unico, con le  proprie idee e la sua creatività, è fondamentale il suo benessere) e la VALORIZZAZIONEDELLA COMUNITA’  (il rispetto per gli altri, l’interazione e l’integrazione nel gruppo). 

Il servizio è attivo dalla prima settimana di settembre all'ultima settimana del giugno successivo. E' prevista inoltre un'apertura per i mesi estivi, a condizione che si raggiunga un numero minimo di utenti interessati.

LA GIORNATA

La giornata del bambino è scandita da ritmi precisi, utili per il gruppo e per costruire punti di riferimento e sicurezza. Oltre a ciò ci sono momenti che possono variare sia in maniera programmata, sia ogni qualvolta le esigenze lo richiedono e lo rendono possibile. Gli orari sono fissati in modo rigido solo per alcuni momenti della giornata come l'accoglienza, il pasto e l'uscita; gli altri momenti sono caratterizzati da una sequenza di routine e gioco non sempre facilmente distinguibili. La tabella seguente ne costituisce un esempio:

  • ore 7.30 - 9.00 accoglienza

  • ore 9.00 - 9.30 colazione / frutta

  • ore 9.00 - 11.00 esperienze ludiche / riposo

  • ore 11.00 - 11.30 preparazione al pasto

  • ore 11.30 - 12.15 pranzo

  • ore 12.30 - 13.00 preparazione al sonno

  • ore 13.00 - 16.00 sonno e uscita

Per le famiglie che ne hanno necessità, è possibile richiedere un prolungamento di orario dalle ore 16.00 fino alle ore 18.00

GLI SPAZI

La cura, lo studio e la disposizione degli spazi, i colori, i materiali  sono processi integranti il Progetto educativo. Sono facilmente individuabili la collocazione  di alcune zone funzionali alle varie esperienze di gioco e di routine: zona pranzo, zona/angolo per i giochi di ruolo, ( es. angolo cucina, angolo bagno), zona/angolo del grafico-pittorico e manipolativo, ( es. gioco pasta sale, proposta di attività di collage e di colori a dita ), zona/angolo per i giochi a tavolino, zona/angolo per la conversazione, la narrazione di storie (es. angolo lettura), zona/angolo del morbido; zona/angolo delle costruzioni;zona/angolo per attività psicomotorie ( gioco movimento ); zona sonno; zona cambio, bagno, igiene. L’attenzione è rivolta anche nel pensare luoghi/ angoli con materiale accessibile in modo tale che i bambini li possano usare da soli per la maggior parte della giornata e lasciare loro così libera l’opportunità di esplorazione liberamente.

L’INSERIMENTO

Fondamentale, è l’accoglienza. Nei primi giorni il bambino e la sua famiglia sperimentano l’ambiente, con i suoi angoli, i giocattoli e i materiali e le persone che  ne fanno parte; il genitore avrà modo di iniziare a conoscere e a verificare le capacità di relazione dell’educatore e la sua competenza, calandosi in un ruolo di “osservatore attento” della situazione. Il compito del personale sarà, inizialmente, quello di aiutare la progressiva separazione, stabilendo insieme al genitore i tempi e i modi perché ciò avvenga, nel rispetto, però, dei “tempi personali” di ogni bambino compatibilmente con i tempi organizzativi dell’intero sistema.

Il percorso di inserimento prevede:

un momento di avvicinamento al Servizio da parte della famiglia, attraverso una visita informale;

un primo colloquio fra la famiglia e l’educatore, durante il quale si parlerà dell’inserimento e delle modalità di svolgimento: l’educatore ascolta e propone dei tempi e delle modalità di inserimento, da verificare ed eventualmente modificare nei primi giorni di permanenza al Nido della coppia genitore – bambino;

l’inserimento vero e proprio che prevede, per il periodo concordato, la permanenza del genitore con il suo bambino all’interno del servizio con distacco graduale dal genitore e con tempi di permanenza sempre più lunghi del bambino al Nido;

la verifica dell’inserimento: questo momento prevede, da una parte un dialogo quotidiano con la famiglia sul vissuto del bambino al Nido, dall’altra la possibilità di individuare strategie adatte a favorire una buona separazione.

LA PARTECIPAZIONE DEI GENITORI

La partecipazione delle famiglie alla realtà del Nido d'infanzia rappresenta un elemento fondamentale per il benessere del bambino e la qualità del servizio reso; è quindi importante che il rapporto tra educatori e genitori sia caratterizzato da fiducia, scambio di informazioni e piena cooperazione.

I rapporti tra l’educatore ed i genitori si consolidano attraverso diverse occasioni di incontro: 

  • di gruppo: avviene tra genitori, educatori e coordinatore pedagogico (mediamente tre all'anno);

  • individuali: proposti dall’educatore o richiesti dai genitori, offrono una occasione iniziale di conoscenza e successivamente di dialogo ravvicinato attorno allo sviluppo e crescita del bambino

I genitori verrano coinvolti nell’organizzazione di momenti di festa e aggregativi tra le famiglie anche al di fuori dell’attività strettamente del servizio e parteciperanno,  tramite l’elezione di un  rappresentante, scelto tra le famiglie partecipanti,  al Comitato di Gestione , al quale partecipa il coordinatore pedagogico e sarà invitato un rappresentante dell’Amministrazione Comunale.

Appuntamenti

ESCURSIONE A PREDAPPIO

02/04/2017Medesano

ESCURSIONE A PREDAPPIO (FC) Il Museo Urbano di una città del Novecento...

CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE

31/03/2017Medesano

CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE...

Calendario completo
Regione Emilia Romagna Portale Parma - Il portale della provincia di Parma