Rilascio carta di identità elettronica

AVVISO IMPORTANTE

Si ricorda che - per effetto delle disposizioni relative all'emergenza Covid - 19,  è stata prorogata la validità ad ogni effetto dei documenti di riconoscimento scaduti o in scadenza dopo il 31 gennaio 2020, tra cui rientrano le carte d’identità cartacee od elettroniche, fino al 30 settembre 2021. Il loro utilizzo ai fini dell’espatrio è possibile solo sino alla data di scadenza indicata nel documento.

 

DI COSA SI TRATTA

La Carta d’identità è un documento di riconoscimento che può essere rilasciato alle persone residenti nel Comune o che sono temporaneamente dimoranti (in tal caso previo nulla osta del Comune di residenza).

 

VALIDITA’ PER L’ESPATRIO

Cittadini italiani maggiorenni

Per i cittadini italiani maggiorenni che lo richiedono e rendono le necessarie dichiarazioni di assenza di cause ostative, può avere anche validità per l’espatrio nei Paesi che la riconoscono come titolo equipollente al passaporto.
Per conoscere l'elenco aggiornato di tali Paesi si consiglia di consultare il sito www.viaggiaresicuri.itoppure di contattare la Questura - Ufficio Passaporti.

Cittadini italiani minorenni

Per i cittadini italiani minorenni o interdetti, la carta d'identità può essere resa valida per l'espatrio con l'assenso di entrambi i genitori o del tutore o nulla osta del giudice tutelare.

 In caso di rifiuto all’assenso da parte di un genitore, è possibile supplire a ciò mediante l’autorizzazione del Giudice Tutelare.

In caso di genitori separati legalmente, divorziati, celibi o nubili, l'autorizzazione del Giudice Tutelare non è però necessaria quando il richiedente abbia l'assenso dell'altro genitore o quando sia titolare esclusivo della potestà sul figlio. (Legge 21 Novembre 1967, n. 1185 articolo 3 comma b).

Se non è possibile che entrambi i genitori siano presenti personalmente all'atto del rilascio della carta d'identità valida per l'espatrio del figlio minorenne, il genitore non presente può compilare e firmare il modulo disponibile in fondo alla pagina, che corredato dal suo documento d'identità, costituirà valido assenso all'espatrio.

Notizie utili

Fino al compimento dei 14 anni i minori italiani possono espatriare solo se:

  • accompagnati da almeno un genitore o da chi ne fa le veci (es: tutore, esercente la capacità genitoriale). In seguito all'entrata in vigore del Decreto Legge 20 gennaio 2012, n.1 (articolo 40) sul retro della Carta d'identità valida per l'espatrio dei minori di anni 14 deve essere indicato il nome dei genitori;
  • affidati ad un accompagnatore munito di attestazione di accompagnamento da richiedere alla Questura di Parma;
  • affidati con dichiarazione di accompagnamento dai genitori o dagli esercenti la potestà genitoriale ad un Ente (es: compagnia aerea).

Compiuti i 14 anni i minori possono viaggiare senza accompagnatori sia in ambito UE che per destinazioni extra UE (in questo caso con passaporto).

Cittadini stranieri

Per i cittadini stranieri residenti, la carta d’identità viene rilasciata “non valida ai fini dell’espatrio”.

 

DURATA


Dal 14 maggio 2011 (Decreto Legge 13 Maggio 2011, n. 70) la carta d'identità può essere rilasciata anche ai minori di 15 anni, ma ha una validità differenziata a seconda dell'età del titolare nel seguente modo: 


minori di 3 anni: 3 anni 
da 3 a 18 anni (non compiuti): 5 anni 
maggiori di 18 anni: 10 anni 

Il rinnovo della carta d’identità può essere richiesto a partire dal 180° giorno precedente la scadenza. 
Il Decreto Legge 9 Febbraio 2012, n. 5, ha stabilito che le carte d’identità riportino la scadenza corrispondente al giorno del compleanno del titolare successivo alla scadenza decennale altrimenti prevista per il medesimo documento.

 

FURTO O SMARRIMENTO

In caso di furto o smarrimento occorre presentare l'originale della denuncia rilasciata dall'Autorità di Pubblica Sicurezza o alla Stazione dei Carabinieri.

 

DETERIORAMENTO

In caso di deterioramento, l'interessato dovrà fare richiesta di nuovo documento, consegnando il precedente originale deteriorato.

 

CARTA D’IDENTITA’ ELETTRONICA

Dal 13 dicembre 2017 il Comune ha adottato il rilascio della CIE come da circolare ministeriale 11/2016, che ha sostituito la carta d’identità cartacea che potrà ancora essere rilasciata solo in casi eccezionali e straordinari debitamente documentati dall’utente e previsti da apposite circolari ministeriali e nel caso in cui il cittadino sia iscritto nell’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE).

I richiedenti debbono presentarsi personalmente presso l'Ufficio Anagrafe per l'identificazione e l’apposizione delle impronte digitali

I cittadini dai 12 anni compiuti firmano la carta di identità e appongono l’impronta digitale pertanto devono presentarsi all’ufficio anagrafe all’atto del rilascio del documento

COSA SONO PIN E PUK E UTILIZZO DELLA CIE PER ACCEDERE AI SERVIZI DIGITALI

Esattamente con lo stesso principio che hanno per la SIM del cellulare, PIN e PUK sono presenti anche con riferimento alla carta d’identità elettronica (CIE).

Entrambi i codici di sicurezza vengono forniti insieme alla carta, in due parti: la prima è contenuta nella ricevuta cartacea consegnata in comune, la seconda si trova nella lettera di accompagnamento nella busta per mezzo della quale il cittadino riceve la CIE.

Il PIN, in particolare, è necessario per abilitare l’accesso vero e proprio per il tramite della CIE, mentre il PUK serve per sbloccare il PIN nel momento in cui si compiono tre tentativi errati di immissione.

PIN e PUK vanno conservati con particolare cura e servono quando si utilizza la CIE per accedere ai servizi digitali in rete (insieme con lo SPID sarà dal 28 febbraio 2021 uno dei mezzi per accedere all’APP IO dove dovranno essere resi disponibili tutti i servizi digitali del comune), mediante il servizio Entra con CIE oppure quando si utilizza il documento con il Software CIE.

Con riferimento allo sblocco del PIN tramite PUK, esso è possibile da PC mediante il Software CIE, mentre se si utilizza lo smartphone bisogna scaricare l’app CIE ID.

Maggiori informazioni e le procedure da seguire per l'utilizzo della CIE per l'accesso ai servizi on line della pubblica amministrazione sono disponibili sul sito del Ministero dell'Interno nella pagina ENTRA CON CIE

 

DONAZIONE ORGANI

Al momento della richiesta della carta d'identità, è possibile sottoscrivere la dichiarazione per la donazione dei propri organi  da parte dei cittadini maggiorenni.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE: 

Il richiedente deve presentarsi personalmente all'Ufficio Anagrafe al momento della richiesta con i seguenti documenti:

  • carta d'identità scaduta o, in caso di primo rilascio, documento d'identità valido;
  • tessera sanitaria;
  • n. 1 fotografia formato tessera (cm.3,5 x 4,5), recente (effettuata da non oltre 6 mesi), frontale, si consiglia senza occhiali. 

La fototessera può anche essere in formato digitale ed in tal caso deve avere obbligatoriamente le seguenti caratteristiche come indicate sul sito www.cartaidentita.interno.gov.it :
- Formato JPEG
- Definizione immagine almeno 400 dpi
- Dimensione del file massimo 500 Kb

 

TEMPI DI CONSEGNA

 

Per il rilascio del documento occorrono 6 giorni lavorativi, perché il documento viene stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (IPZS) e spedito a scelta del cittadino presso il proprio domicilio o presso il Comune.

Al termine della procedura verrà rilasciato al richiedente un modulo con il riepilogo dei dati contenente il numero della CIE e la prima parte del PIN e PUK (la seconda parte sarà contenuta nella lettera che verrà spedita dall'Istituto Poligrafico) che dovrà essere mostrato al momento del ritiro della CIE.
La ricevuta che viene rilasciata al momento della richiesta della CIE, è un documento di riconoscimento, che ha validità sul territorio italiano

 

COSTO

 

Euro 22,00

 

 

Appuntamenti

Non ci sono appuntamenti da segnalare

30/11/2020Non ci sono appuntamenti da segnalare

Non ci sono appuntamenti da segnalare...

Convocazione consigli comunali in videoconferenza

30/11/2020Modalità telematica

Convocazione consigli comunali in videoconferenza...

Calendario completo
Regione Emilia Romagna Portale Parma - Il portale della provincia di Parma