Regione Emilia Romagna

Bando contributi morosità incolpevole anno 2022

Bando contributi morosità incolpevole anno 2022
Bando contributi morosità incolpevole anno 2022

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI AI CITTADINI AFFITTUARI DI ALLOGGI ED IN CONDIZIONE DI MOROSITA’ INCOLPEVOLE NEL PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE

Cos’è
L’Avviso Pubblico Morosità Incolpevole ha la finalità di contrastare le situazioni di emergenza abitativa, evitando o rinviando l’esecuzione dello sfratto.
E' uno strumento a tutela dei cittadini e delle cittadine, sia che si tratti di proprietari di immobili sia che si tratti di affittuari in condizioni di morosità a causa di determinate situazioni così come elencate nel bando.
La partecipazione al bando offre all’inquilino due soluzioni:
-    poter mantenere la disponibilità dell'alloggio occupato mediante il pagamento delle morosità accumulate,
-    poter accedere ad una diversa soluzione abitativa utilizzando le risorse dell’avviso pubblico per il pagamento del deposito cauzionale o dei canoni di locazione anticipati, previsti dal nuovo contratto di locazione.

A chi si rivolge
Sono destinatari i cittadini morosi incolpevoli, ossia quei cittadini per i quali è sopravvenuta l’impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo in ragione della perdita o della consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare, dovuta ad una delle seguenti cause che abbiano dato origine all’inadempienza del pagamento del canone di locazione:
-    perdita del lavoro per licenziamento;
-    accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell'orario di lavoro;
-    cassa integrazione ordinaria o straordinaria, che limiti notevolmente la capacità reddituale;
-    mancato rinnovo di contratti di lavoro a termine o di lavoro atipici;
-    cessazioni di attività libero-professionali o chiusura di imprese registrate alla CCIAA, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente;
-    malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo, o la necessità dell'impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.
-    perdita del proprio reddito ai fini IRPEF superiore al 25% in ragione dell’emergenza Covid-19 (la riduzione del reddito può essere certificata attraverso l’ISEE corrente o, in alternativa, mediante il confronto tra l’imponibile complessivo derivante dalle dichiarazioni fiscali 2021/2020)
Il richiedente deve dimostrare con idonea documentazione la perdita o la consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare, che deve essere intervenuta dopo la data di sottoscrizione del contratto di locazione dell’immobile.
Possono presentare richiesta di contributo gli inquilini morosi incolpevoli residenti nel Comune di Medesano che, alla data di presentazione della domanda, risultano in possesso dei seguenti requisiti:
a.    cittadinanza italiana, di un paese dell’Unione Europea, ovvero, nei casi di cittadini non appartenenti all’Unione Europea, di un regolare titolo di soggiorno. Nel caso di permesso di soggiorno scaduto è ammissibile la domanda di contributo qualora sia stata presentata domanda di rinnovo. Il Comune, prima della liquidazione del contributo, procederà ad accertare l’avvenuto rinnovo del titolo di soggiorno da parte della Questura;
b.    reddito ISE non superiore ad € 35.000,00 o reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore ISEE non superiore ad € 26.000,00;
c.    essere destinatario di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida, oppure, pur non essendo destinatario di provvedimenti esecutivi di sfratto, aver subito, in ragione dell’emergenza Covid-19, una perdita del proprio reddito ai fini IRPEF superiore al 25%;
d.    titolarità di un contratto di locazione regolarmente registrato di unità immobiliare ad uso abitativo situata nel Comune di Medesano e residenza nell’alloggio oggetto della procedura di rilascio da almeno un anno (il requisito deve permanere fino all’erogazione del contributo, pena la decadenza dello stesso). Sono esclusi gli immobili appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9;
e.    non titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione di altro immobile ad uso abitativo fruibile e adeguato alle esigenze del proprio nucleo nel territorio della provincia di Parma. Tale requisito è richiesto a tutti i componenti del nucleo familiare;
f.    non aver ricevuto nel medesimo anno il contributo per la morosità incolpevole o il contributo per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione (Legge n. 431/1998 e Legge Regionale n. 24/2001 e ss.mm.ii.) oppure per l’emergenza abitativa (derivanti sia dai fondi concessi nel passato con deliberazioni della Regione Emilia Romagna n. 817/2012, n. 1709/2013, n. 2221/2015 e n. 2365/2019, sia dai fondi eventualmente ancora da concedere nel corso dell’anno 2022).
Costituisce criterio preferenziale per la concessione del contributo la presenza all’interno del nucleo familiare di almeno un componente che sia:
1.    ultrasettantenne;
2.    minore;
3.    con invalidità accertata per almeno il 74%, da documentare mediante certificazione rilasciata dagli organi competenti;
4.    in carico ai servizi sociali o alle competenti aziende sanitarie locali per l’attuazione di un progetto assistenziale individuale.

Come fare domanda
La domanda per la concessione di contributi a cittadini con morosità incolpevole nel pagamento del canone di locazione deve essere compilata utilizzando esclusivamente, a pena di inammissibilità, il modulo disponibile in fondo alla pagina oppure disponibile in forma cartacea presso l’ufficio Servizi Socio-assistenziali del Comune di Medesano.
La domanda di partecipazione, redatta in forma di dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. 445/2000, debitamente compilata, firmata dal richiedente e, nei casi previsti, anche dal proprietario dell’alloggio, deve pervenrire con una delle seguenti modalità:
- essere consegnata dal richiedente (o suo delegato) all’ufficio Protocollo del Comune di Medesano dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:30, giovedì dalle ore 14:30 alle ore 17:00:
- inviata via mail con allegato un documento di identità del richiedente al seguente indirizzo pec: protocollo@postacert.comune.medesano.pr.it

Cosa serve
Alla domanda devono essere obbligatoriamente allegati:
1.    documentazione comprovante lo stato di inquilino moroso incolpevole, attestante la perdita o la consistente riduzione della capacità reddituale dovute ad una delle cause sopra indicate;
2.    copia dell’atto di intimazione di sfratto esecutivo per morosità, con citazione per la convalida;
3.    copia del contratto di locazione con estremi della regolare registrazione;
4.    copia dell’attestazione ISEE in corso di validità ai sensi del DPCM 159/2013 e s.m.i.;
5.    documentazione attestante l’eventuale invalidità accertata per almeno il 74% (per accedere al criterio preferenziale;
6.    l’accordo tra le parti, ove necessario, firmato sia dal proprietario, sia dall’occupante dell’alloggio;
7.    altra documentazione utile a conferma di quanto dichiarato in autocertificazione nella domanda;
8.    copia del documento d’identità del firmatario;
9.    copia di regolare titolo di soggiorno o ricevuta di richiesta dello stesso per i cittadini di Stato non appartenenti all’Unione Europea. 

Tempi e scadenze
Le domande potranno essere presentate a partire dal 24 novembre 2022.
Il bando resterà aperto fino ad esaurimento delle risorse disponibili e i contributi saranno assegnati in ragione dei fondi disponibili con possibilità dunque che la domanda non venga accolta per esaurimento dei fondi.

Cosa si ottiene
I contributi sono destinati a:
a)    fino ad un massimo di € 8.000,00 per sanare la morosità incolpevole accertata dal Comune, qualora il periodo residuo del contratto in essere non sia inferiore ad anni due (calcolato a decorrere dalla data di presentazione della domanda di contributo), con contestuale rinuncia da parte del proprietario all'esecuzione del provvedimento di rilascio dell'immobile. Il contributo verrà erogato in seguito alla presentazione da parte del proprietario dell’alloggio all’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Medesano della documentazione attestante l'estinzione del procedimento per convalida di sfratto per morosità;
b)    fino ad un massimo di € 6.000,00 per ristorare la proprietà dei canoni corrispondenti alle mensilità di differimento, qualora il proprietario dell'immobile consenta il differimento dell'esecuzione del provvedimento di rilascio dell'immobile (e cioè la sospensione della procedura di sfratto) per il tempo necessario a trovare un'adeguata soluzione abitativa all'inquilino moroso incolpevole. Il contributo è erogato in base alle mensilità di differimento per un massimo di 12 mensilità. Il contributo concesso verrà erogato con rate trimestrali posticipate, previa verifica del perdurare dell’occupazione dell’alloggio da parte dell’inquilino;
c)    assicurare il versamento di un deposito cauzionale per stipulare un nuovo contratto di locazione. Il contributo concesso sarà pari all’importo del deposito cauzionale richiesto;
d)    assicurare il versamento di un numero massimo di n. 12 mensilità relative a un nuovo contratto da sottoscrivere a canone concordato (che sia sostenibile rispetto alla capacità economica del conduttore) fino alla capienza del contributo massimo concedibile di € 12.000,00. Il contributo viene erogato in massimo quattro rate trimestrali successivamente alla registrazione del contratto di locazione a canone concordato all’Agenzia delle Entrate, previa verifica della regolarità del pagamento dei canoni di locazione;
e)    (solo per i richiedenti che pur non essendo destinatari di provvedimenti esecutivi di sfratto, dichiarino di aver subito, in ragione dell’emergenza Covid-19, una perdita del proprio reddito ai fini IRPEF superiore al 25%): assicurare il pagamento delle morosità accumulate nel periodo dell’emergenza sanitaria Covid-19 fino ad un numero massimo di 12 mensilità.
I contributi di cui alle lettere a), b) c) ed e) verranno erogati direttamente al proprietario dell’immobile, previo accordo sottoscritto dalle parti (se necessario).
I contributi di cui alla lettera d) verranno erogati al richiedente.
I contributi verranno erogati fino ad esaurimento delle risorse disponibili.
Al fine della quantificazione dell’importo del contributo da erogare verrà considerata esclusivamente la somma relativa alla morosità accumulata nel pagamento del canone di locazione e non saranno prese in considerazione le spese legali sostenute dal locatore, le spese condominiali, ecc.
ATTENZIONE I contributi concessi non sono cumulabili con il c.d. reddito di cittadinanza di cui al decreto-legge 28 gennaio 2019 n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019 n. 26, come stabilito dall'art. 1, comma 3, del decreto interministeriale 23 giugno 2020. Pertanto si precisa che, successivamente alla erogazione dei contributi, il Comune di Medesano comunicherà all'INPS la lista dei beneficiari ai fini della compensazione sul reddito di cittadinanza per la quota destinata all'affitto.

Istruttoria della domanda e comunicazione esito
Le domande di contributo pervenute saranno istruite dall'ufficio, secondo l’ordine di arrivo, al fine di verificarne la completezza, la sussistenza dei requisiti e delle condizioni previste dal presente bando.
I contributi saranno concessi sino ad esaurimento dell’importo massimo concedibile previsto per ciascuna categoria e, comunque, fino ad esaurimento delle risorse assegnate al Comune di Medesano dalla Regione Emilia Romagna.
Ai sensi dell’art. 5 della Legge 241/90, il Comune, in sede di istruttoria potrà chiedere il rilascio di dichiarazioni integrative in caso di istanze erronee o incomplete e potrà esperire accertamenti tecnici e ordinare esibizioni documentali anche integrative, tesi a comprovare quanto dichiarato e documentato.
A seguito delle verifiche effettuate, il Responsabile dei Servizi Sociali valuterà, entro 15 giorni lavorativi dalla presentazione della domanda, l’erogazione, o meno, del contributo e ne quantificherà l’importo, anche in funzione degli accordi concordati e sottoscritti con i proprietari degli alloggi.
I Servizi Sociali si impegnano, ove ritenuto necessario, a svolgere il compito di facilitare, nell’ambito delle procedure di sfratto, un’intesa fra il locatore ed il conduttore al fine di mantenere la disponibilità dell’alloggio occupato, mediante il pagamento delle morosità accumulate, oppure di poter accedere ad una diversa soluzione abitativa, utilizzando i contributi per il pagamento del deposito cauzionale e/o dei canoni di locazione anticipati previsti dal nuovo contratto di locazione.
I Servizi Sociali comunicheranno al richiedente ed al proprietario dell’alloggio l’esito della valutazione e, in caso di esito favorevole, provvederà al versamento del contributo secondo le tempistiche sopra indicate mentre, nel caso in cui non si ravvisino le condizioni per l’erogazione del contributo, verrà comunicato al richiedente ed al proprietario dell’alloggio la non ammissione al contributo.
Nei successivi dieci giorni dalla data di ricevimento della suddetta comunicazione, il richiedente potrà presentare le proprie controdeduzioni mediante invio alla pec protocollo@postacert.comune.medesano.pr.it e nei successivi 30 giorni, il Responsabile, sulla scorta di un riesame effettuato dagli Uffici, esaminerà le controdeduzioni pervenute ed assumerà decisione definitiva in merito.

Responsabilità dichiarazioni e controlli
Le informazioni inserite nella domanda dal richiedente sono rese in autodichiarazione; ogni cittadino è responsabile della veridicità di quanto dichiarato e, come previsto dalla normativa vigente, le dichiarazioni rese sono soggette a controllo anche della Guardia di Finanza per la verifica relativa alla veridicità di quanto dichiarato.
In caso di dichiarazioni mendaci, formazione o uso di atti falsi, è prevista, ai sensi del DPR n. 445/2000, l'applicazione delle sanzioni penali nonché la decadenza dei benefici eventualmente assegnati in virtù di quanto dichiarato.

Trattamento dati personali
Tutti i dati personali di cui il Comune venga in possesso in occasione dell’espletamento del presente procedimento verranno trattati nel rispetto dell’art. 13 del Regolamento europeo n. 679/2016.
L’informativa completa è riportata in fondo alla pagina.

Ulteriori informazioni
Il responsabile del procedimento è la Dott.ssa Acquistapace Sabrina - Responsabile del Settore Affari Generali e Servizi alla persona – domicilio digitale protocollo@postacert.comune.medesano.pr.it
Ufficio di riferimento – Servizi Sociali – tel. 0525-422760 - 338/1277758 – mail spaggiari@comune.medesano.pr.it e manuela.raffi@comune.medesano.pr.it;
Data indicativa di conclusione del procedimento: 31 gennaio 2023
Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia: Segretario Comunale Dott. Mingoia Giuseppina Rita – pec protocollo@postacert.comune.medesano.pr.it
Presa visione degli atti – come indicato nella Legge n. 241/1990 recente modificata dal Decreto Legge n. 76/2020, gli atti relativi sono consultabili on line sul sito istituzionale al seguente indirizzo www.comune.medesano.pr.it con il percorso Uffici e Sportelli – Ufficio Servizi Socio-Assistenziali – Bando morosità incolpevole anno 2022.

Contatti

Ufficio Servizi Socio-assistenziali - Piazza Guglielmo Marconi 6 - Medesano - Municipio - Piano Terra

Orario di apertura al pubblico

Giorno                               Fascia Oraria                                                      
Lunedìdalle ore 08.30 alle ore 12.30 - dalle ore 14.30 alle ore 16.00   
Mercoledìdalle ore 08.30 alle ore 12.30
Giovedìdalle ore 08.30 alle ore 12.30

Personale di riferimento

Spaggiari Federica - tel. 0525-422760 oppure 338-1277758 - mail spaggiari@comune.medesano.pr.it

Raffi Manuela - tel. 0525-422760 oppure 338-1277758 - mail manuela.raffi@comune.medesano.pr.it

Allegati
Ultimo aggiornamento
21/11/2022