Regione Emilia Romagna

Contributi a fondo perduto microimprese per ristoro effetti Covid 19 - pubblicazione graduatoria

Contributi a fondo perduto microimprese per ristoro effetti Covid 19 - pubblicazione graduatoria
Contributi a fondo perduto microimprese per ristoro effetti Covid 19

BANDO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO FINALIZZATI AL SUPPORTO ALLE MICRO IMPRESE DEL COMMERCIO, ARTIGIANATO E SERVIZI DEL COMUNE DI  MEDESANO IN SITUAZIONE DI EMERGENZA COVID 19- ANNO 2021
SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: MARTEDI' 28 DICEMBRE 2021

PREMESSA
In riferimento al permanere dello stato di emergenza dichiarato a seguito della diffusione epidemiologica causata da COVID-19 ed al fine di contenere gli effetti negativi sul contesto socio-economico comunale, il Comune di Medesano ha avviato una valutazione per adottare ulteriori misure di sostegno, oltre a quelle già adottate nell’anno 2020, a favore delle attività economiche di piccole dimensioni che sono state maggiormente colpite per effetto delle limitazioni all’attività derivanti dalle Misure di mitigazione del rischio Covid- 19.
Con deliberazione n. 137 del 09/12/2021, la Giunta Comunale ha approvato le “Linee di indirizzo per l’erogazione di contributi a fondo perduto, finalizzati al supporto alle micro  imprese del commercio, artigianato e servizi del Comune di Medesano, in situazioni di emergenza Covid – 19 Anno 2021” stabilendo di riconoscere un ristoro parziale e una tantum alle microimprese del territorio.
Lo stanziamento complessivo destinato a tale misura di sostegno è determinato in Euro 40.000,00 a valere sul bilancio comunale 2021-2023 - annualità 2021.

SOGGETTI DESTINATARI
Sono le micro imprese così come definite dall’Allegato I al Regolamento n. 651/2014/UE della Commissione Europea quindi ogni entità, a prescindere dalla forma giuridica rivestita, che eserciti un’attività economica e che occupa meno di 10 persone e realizza un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro.
Possono accedere ai contributi le microimprese in possesso dei seguenti requisiti:

  1. essere attive alla data di scadenza del presente bando;
  2. avere un’unità locale/operativa nel Comune di Medesano oppure, per i titolari del commercio su aree pubbliche, avere la sede legale nel territorio del Comune di Medesano.

Sono esclusi dall’accesso ai contributi a fondo perduto a sostegno delle attività economiche maggiormente colpite dallo stato di emergenza da Covid-19:

  • coloro che gestiscono sale gioco e sale scommesse;
  • le attività site nell’area autostradale;
  • coloro che svolgono esclusivamente l'attività di “compro oro”, in possesso di licenza amministrativa rilasciata dalla Questura;
  • le imprese agricole ad eccezione delle imprese agricole abilitate all’attività agrituristica;
  • i Circoli, le Associazioni culturali, le Associazioni Sportive Dilettantistiche e tutte le Associazioni senza scopo di lucro.

Sono inoltre escluse le microimprese che alla data del 31 dicembre 2019 si trovavano già in stato di difficoltà, ai  sensi dell'articolo 2, punto 18 del  regolamento  (UE)  n.  651/2014  della Commissione, dell'articolo  2,  punto  14  del  regolamento  (UE)  n. 702/2014 della Commissione e all'articolo 3, punto 5 del  regolamento (UE) n. 1388/2014 della Commissione, fatta salva la deroga nei seguenti casi:
a)    non siano soggette a procedure concorsuali per insolvenza,
b)    non abbiano ricevuto aiuti per il salvataggio, salvo che al momento della concessione dell'aiuto l'impresa abbia rimborsato il prestito o abbia revocato la garanzia;
c)    non abbiano ricevuto aiuti per la ristrutturazione, salvo che al momento della concessione dell'aiuto non siano più soggette al piano di ristrutturazione.

TIPOLOGIA ATTIVITA’ AMMISSIBILE AL CONTRIBUTO
Possono richiedere il contributo gli operatori economici appartenenti alle seguenti categorie, identificate dal Codice ATECO indicato:

  • SERVIZI PER LA CURA DELLA PERSONA (CODICE ATECO 96): a titolo esemplificativo e non esaustivo: barbieri e parrucchieri, istituti di bellezza e centri benessere, attività di tatuaggio e piercing, organizzazione di feste e cerimonie;
  • COMMERCIO AL DETTAGLIO NON ALIMENTARE SPECIFICATAMENTE RIENTRANTE NEL CODICE ATECO 47;
  • SERVIZI DI RISTORAZIONE E/O SOMMINISTRAZIONE (CODICE ATECO 56): a titolo esemplificativo e non esaustivo: ristoranti, pub, pizzerie, locande con cucina caratteristica, bar, gelaterie, kebabberie, pasticcerie, attività di ristorazione connesse alle aziende agricole;
  • AGRITURISMI E STRUTTURE RICETTIVE TURISTICO ALBERGHIERE (CODICE ATECO 55);
  • ATTIVITA' DI SERVIZI CULTURALI E DELLO SPETTACOLO E ATTIVITÀ SPORTIVE, DI INTRATTENIMENTO E DI DIVERTIMENTO (CODICE ATECO 59, 90, 91);
  • AGENZIE DI VIAGGI (CODICE ATECO 79);
  • COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE CON SEDE LEGALE A MEDESANO (CODICE ATECO 47.8).
  • COMMERCIO ALL’INGROSSO E AL DETTAGLIO DI RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI (CODICE ATECO 45)

Il Codice ATECO dovrà essere presente nella visura camerale, anche se come attività non prevalente.

REQUISITI ECONOMICI PER L’ACCESSO
Solo per le imprese che si sono costituite prima del 1° gennaio 2019 occorre aver subito alternativamente:
- nell’anno 2020 una riduzione del fatturato e corrispettivi pari o superiore al 20% rispetto a quello dell’anno 2019;
- nei primi 6 mesi dell’anno 2021 una diminuzione di fatturato e corrispettivo pari o superiore al 20% rispetto all’anno 2019; tale differenziale viene dimostrato confrontando il fatturato medio mensile del periodo gennaio/giugno 2021 e il fatturato medio mensile dell’anno 2019.
Detto differenziale dovrà essere autocertificato nella domanda e dimostrato in sede di eventuali controlli.
Si precisa che le imprese costituitesi dopo il 1° gennaio 2019 non dovranno rendere la dichiarazione di riduzione di fatturato della propria attività.

MODALITA’ DI CALCOLO DELL’AMMONTARE COMPLESSIVO DEL FATTURATO E DEI CORRISPETTIVI
Al fine di calcolare correttamente la percentuale di riduzione del fatturato, si adottano quale riferimento le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate riportate nel seguente documento https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/provvedimento-del-23-marzo-2021-cfpdecreto-sostegni nella sezione “istruzioni aggiornate al 19 maggio 2021”
Si precisa che al fine del calcolo della percentuale di diminuzione del fatturato e corrispettivi di cui al punto precedente, per l’anno 2020 o 2021 occorre considerare nel computo anche gli eventuali ristori ricevuti dallo Stato o dalle Regioni quale sostegno alle attività danneggiate dall’emergenza sanitaria.
La percentuale di riduzione quindi si calcola come segue:

  • [(fatturato e corrispettivi 2020 + ristori 2020) – (fatturato 2019)]: (fatturato 2019) x 100
  • [(fatturato medio mensile 2021*) - (fatturato medio mensile 2019)]:( fatturato medio mensile 2019) x 100

Nota: nel calcolo del fatturato medio mensile vanno inclusi gli eventuali ristori ricevuti nel primo semestre 2021

ULTERIORI REQUISITI DEI BENEFICIARI
Ciascun richiedente (persona fisica o giuridica) potrà presentare una sola istanza di contributo.
Tale limite si applica anche alle società costituite o controllate, in maniera diretta o indiretta, secondo quanto stabilito dalla vigente legislazione societaria.
I soggetti devono essere in possesso, all'atto della presentazione della domanda, dei requisiti di onorabilità previsti per l'esercizio della specifica attività, di cui all’ art. 71 del D. Lgs n. 59/2010 e successive modificazioni.
Tutti gli operatori economici - a pena di esclusione – devono possedere, inoltre, i seguenti requisiti alla data di presentazione della domanda:
1)    essere regolarmente iscritti alla Camera di Commercio competente per territorio;
2)    non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coatta, liquidazione volontaria, concordato preventivo ovvero in ogni altra procedura concorsuale prevista dalla legge fallimentare e da altre leggi speciali, né avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni nei propri confronti;
3)    essere in regola con quanto previsto dal D. Lgs. n.159/2011 e dalla L. 136/2010 relativamente alla documentazione antimafia: il rappresentante legale ed i soggetti indicati nell’articolo 85 del D.Lgs.159/2011 non devono essere destinatari di provvedimenti di decadenza, di sospensione o di divieto di cui all’art.67 del medesimo decreto;
4)    essere in regola con le disposizioni previste in materia di sicurezza e salute dei lavoratori;
5)    essere in regola con il rispetto delle disposizioni in materia di assicurazione sociale e previdenziale e con i versamenti contributivi DURC;
6)    non essere destinatari di sentenza di condanna passata in giudicato, o decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale; è comunque causa di esclusione la condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione ad un'organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all'articolo 45, paragrafo 1, direttiva Ce 2004/18 ovvero  non avere condanne penali e non essere destinatari di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa;
7)    non essersi resi gravemente colpevoli di false dichiarazioni nel fornire informazioni alla Pubblica Amministrazione e non deve essere stata pronunciata a loro carico alcuna condanna, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che determina l'incapacità di contrattare con la P.A. oppure nei cui confronti è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'articolo 9, comma 2, lettera c), del Decreto Legislativo dell’8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione.
Inoltre tutti gli operatori economici devono essere in regola con il pagamento relativo a tributi o tasse (a titolo esemplificativo e non esaustivo IMU,TARI,TOSAP) nei confronti del Comune di Medesano, alla data del 31/12/2020, ad esclusione di avvisi impugnati ed in pendenza di giudizio e ad esclusione di avvisi per i quali è concesso alla data di scadenza del bando un piano di rateizzazione ovvero che non  abbiano presentato richiesta di rateizzazione del debito, in data antecedente alla data di pubblicazione dell’avviso.

ASSEGNAZIONE ED ENTITA’ DEI CONTRIBUTI

Le modalità di assegnazione del contributo sono diversificate in base alla data in cui è sorta l'impresa.

Alle imprese costituitesi prima della data del 1° gennaio 2019 il contributo sarà erogato proporzionalmente al punteggio assegnato secondo i seguenti criteri:

A) Percentuale di riduzione del volume d’affari: max punti 70

•    Riduzione del fatturato dal 20% al 29% -  punti 40
•    Riduione del fatturato dal 30% al 64% -  punti 60
•    Riduzione del fatturato dal 65% al 100% - punti 7

B) Titolo di utilizzo dei locali in cui si svolge l’attività o ha sede l’impresa:  punti 15

Il punteggio verrà attribuito a coloro che:
•    risultano aver stipulato un contratto di locazione,
•    utilizzino locali di proprietà, per cui risulti stipulato un mutuo ipotecario e/o un leasing, acceso in concomitanza dell’acquisto dell’immobile strumentale destinato direttamente all’esercizio dell’attività economica da parte del soggetto ammesso alla richiesta del contributo.

C) Anzianità dell’operatore economico: max punti 15
•    Attività sorte fra il 1/1/2016 e il 31/12/2018 punti 15
•    Attività sorte fra il 1/1/2013 e il 31/12/2015 punti 12
•    Attività sorte prima del 1/1/2013 punti 10

Al termine dell’istruttoria e della raccolta delle domande verrà stilata una graduatoria in base alla somma dei punteggi.
È previsto un contributo minimo pari ad euro 400,00 (euro quattrocento/00) e massimo pari ad euro 800,00 (euro ottocento/00).
L’importo del contributo verrà graduato proporzionalmente ai punteggi attribuiti.

Alle imprese costituitesi dopo il 1 gennaio 2019 il contributo assegnato una tantum è determinato come segue:
•    Euro 300,00: per le imprese costituitesi dopo il 1 gennaio 2019 e fino al 31.12.2020
•    Euro 200,00: per le imprese costituitesi dal 01.01.2021 e fino alla data di scadenza del bando

In caso di fondi non sufficienti si procederà riparametrando il contributo in base alle risorse disponibili.

REGIME DI AIUTO E DIVIETO DI CUMULO
I contributi a fondo perduto di cui al presente provvedimento  sono concessi ai sensi e nei limiti della sezione 3.1 "Aiuti di importo limitato" della Comunicazione della Commissione "Quadro temporaneo per le Misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID-19" del 19/03/2020 (G.U. del 20/03/2020) e successive modificazioni.
I suddetti contributi sono compatibili con altre agevolazioni pubbliche nel rispetto degli eventuali limiti previsti dalle predette agevolazioni.
Gli aiuti di cui alla sezione 3.1 possono essere concessi nel rispetto di un limite massimo per impresa, al lordo di oneri e imposte, ai sensi della disciplina europea vigente, e possono essere cumulati con altri aiuti. Al fine di verificare che gli aiuti concessi nella sezione 3.1 non superino l’importo stabilito dal quadro temporaneo, tenendo conto di qualsiasi altro aiuto concesso anche da altre autorità, prima di procedere alla liquidazione del presente contributo, sarà aggiornata/compilata la posizione del soggetto beneficiario all’interno del Registro Nazionale Aiuti.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE
La richiesta di contributo dovrà essere presentata esclusivamente on line tramite IL PORTALE AL CITTADINO dal titolare o legale rappresentante dell’operatore economico dal 13 DICEMBRE 2021 al 23 DICEMBRE 2021 entro le ore 12.00.

ATTENZIONE Con determinazione n. 736 del 22/12/2021, su richiesta di ASCOM il termine per la presentazione delle domande è stato prorogato al 28 dicembre 2021.

Il portale è disponibile al seguente link: https://portale-medesano.entranext.it/home oppure raggiungibile nella home del sito del Comune di Medesano sotto la voce “Siti Tematici” – Portale al cittadino – PagoPA; le istruzioni sia per l'accesso al portale che la guida alla compilazione on line della domanda sono disponibili in fondo alla pagina.
Per presentare la richiesta occorre essere in possesso di un personal computer o di un tablet o di un cellulare con schermo avente risoluzione 1724x768 ed è preferibile l’utilizzo dei browser google chrome o mozilla firefox.
Occorre anche essere in possesso di un numero telefonico cellulare e di un indirizzo mail che devono essere obbligatoriamente indicati durante la compilazione. La presentazione dell'istanza comporta l'automatica accettazione di tutte le condizioni e obblighi previsti dal presente Avviso Pubblico.
Le imprese che ci sono costituite prima del 1° gennaio 2019 devono inviare entro il 23/12/2021 alla pec dell’ente protocollo@postacert.comune.medesano.pr.it copia delle DICHIARAZIONI IVA ANNO 2018 E 2019; in caso di mancato invio la domanda verrà ritenuta incompleta e respinta.
ATTENZIONE - A partire dal 1 ottobre 2021, in base alla normativa vigente, è possibile accedere al portale solo se in possesso di SPID oppure di Carta d'identità elettronica CIE. Presso il Comune di Medesano è attivo in collaborazione con la Regione Emilia Romagna e Lepida S.c.p.A. uno sportello per il rilascio gratuito dell’identità digitale SPID Lepida ID a cui si accede prenotando telefonicamente l'appuntamento al numero telefonico 3663227355.
Ad ogni domanda presentata correttamente on line verrà attribuito un numero progressivo di identificazione dal sistema, valevole come codice identificativo della stessa.

MODALITÀ DELL’ISTRUTTORIA E DI ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI
Le istanze pervenute nei termini del presente Avviso, sono state esaminate da apposita Commissione Tecnica, costituita da dipendenti del Comune di Medesano, nominata con determinazione n. 766 del 30/12/2021, disponibile in fondo alla pagina.
La Commissione verificherà dapprima che l’impresa richiedente rientri nelle categorie ammesse alla partecipazione al presente avviso, successivamente verificherà la completezza formale delle istanze; eventuali richieste di integrazione verranno trasmesse via PEC.
Successivamente, il responsabile del procedimento, con apposita determinazione, approverà la graduatoria e definirà gli importi dei contributi da liquidarsi nei limiti dell’importo massimo stanziato dal Comune di Medesano. L'atto verrà pubblicato sul sito del Comune di Medesano nella sezione “Amministrazione Trasparente – sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici” oltre all’Albo Pretorio.
La pubblicazione della graduatoria, disponibile in fondo alla pagina, all’albo pretorio sostituisce ogni comunicazione relativa all’ammissione o rigetto della domanda presentata.

OBBLIGHI DEI BENEFICIARI, CONTROLLI E REVOCA DEL CONTRIBUTO
l beneficiari sono tenuti a consentire i controlli di cui alle norme vigenti, diretti ad accertare la permanenza dei requisiti e dei presupposti che hanno condotto all'attribuzione del contributo.
Tali controlli potranno essere attivati, a cura della Commissione tecnica, prima o dopo l’erogazione del contributo. Qualora, a seguito dei controlli operati, dovesse emergere l'insussistenza originaria o sopravvenuta dei requisiti, verrà disposta la revoca del contributo, con attivazione della procedura di recupero della somma già eventualmente erogata.

INFORMAZIONI
Per informazioni e/o chiarimenti è possibile rivolgere quesiti specifici all’Ufficio Commercio e Attività Produttive e-mail: nebbi@comune.medesano.pr.it - tel. 0525-422755 oppure 3663227355; si raccomanda di inviare preventivamente un messaggio tramite mail indicando il numero di telefono per essere richiamati.

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E TUTELA DELLA PRIVACY
Il Responsabile del procedimento ai sensi della Legge 241/90 e s.m.i. è la dr.ssa Sabrina Acquistapace, Responsabile del Settore Affari Generali e Servizi alla Persona del Comune di Medesano - domicilio digitale protocollo@postacert.comune.medesano.pr.it
L’Ufficio di riferimento – Ufficio Commercio e Attività Produttive – tel. 366/3227355 – mail nebbi@comune.medesano.pr.it
Data indicativa di conclusione del procedimento, salvo eventuali presentazioni osservazioni relative alla graduatoria: 31/03/2022
Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia: Segretario Comunale Dott. Mingoia Giuseppina Rita – pec protocollo@postacert.comune.medesano.pr.it
Presa visione degli atti – come indicato nella Legge n. 241/1990 gli atti relativi sono consultabili on line sul sito istituzionale al seguente indirizzo www.comune.medesano.pr.it con il percorso Uffici e Sportelli – Ufficio attività produttive e commerciali.
Ai sensi del GDPR 2016/679/UE e del D. lgs n. 196/2003 si precisa che i dati personali forniti al Comune di Medesano saranno oggetto di trattamento esclusivamente per le finalità del presente Avviso e per scopi istituzionali nel rispetto delle norme europee e nazionali vigenti in materia. L’informativa completa è disponibile in fondo alla pagina.

Allegati
Ultimo aggiornamento
07/02/2022